Io credo che Carlo Conti…

… farà un buon festival.
Ma non per l’esperienza pregressa, ma perché nell’anima è un uomo della musica. Ma non un musicista, intendiamoci. E’ un uomo che ha sempre vissuto nella musica nella sua formazione di uomo di spettacolo. E certamente come tutti i professionisti che magari poi nella vita hanno fatto altro non si è mai perso il tempo di guardare, anzi ascoltare, una giornata radiofonica. E fare il suo bravo aggiornamento.
Posso candidare Linus come prossimo direttore artistico di Sanremo?

L’affermazione di oggi…

Carlo Conti non ha solo la controprogrammazione televisiva e internettiana, ma anche quella dei boicottatori di Whatsapp

Semplicemente mi piacerebbe…

… sapere come mai la gente sta protestando adesso contro Trump e non quando farà veramente dei guai. E soprattutto non mi spiego come mai Trump stesso fa il macho quando è molto meglio essere micio. Non serve a nulla fare i muscoli quando non puoi tranquillamente dichiarare fallimento davanti ad un giudice di un tribunale se la tua azienda salta per aria.
Non ho mai provato a fare il capo di stato. Ma di certo solo il pensiero di avere la responsabilità di milioni e milioni, nel caso americano centinaia di milioni, di persone per la loro incolumità e tranquillità non mi fa stare “tranquillo” tanto da poter dormire la notte serenamente.
Come cavolo fa Trump a dare ordini tanto pesanti in maniera tanto leggera?